La Cattedrale
Il saluto del Vescovo Il saluto del Rettore
La Storia
Visita
L'interno
L'esterno
Il Torrazzo
Il Battistero
Celebrazioni
Prenotazioni visite
Credits

 

 

La chiesa Cattedrale, monumento di singolare bellezza e di altissimo interesse per la storia e per l’arte è stata fondata nel 1107, ai tempi in cui visse il patrono della città e della diocesi S. Omobono.
La facciata principale ne riassume la storia e l’interno celebra gli eventi della storia della salvezza tramite gli affreschi delle volte dei transetti e lo splendido ciclo di affreschi della navata centrale.
La sintesi è operata dal Redentore nella gloria, con accanto i patroni della città: Omobono, Imerio, Marcellino e Pietro, dipinti nel catino dell’abside e dalla Crocifissione della controfacciata, collegati dall’Annunciazione sul fronte dell’arco che immette nel presbiterio.
Attraverso il linguaggio delle pietre che portano scolpiti i segni delle trasformazioni dei secoli e dell’incarnazione nel tempo delle sintesi culturali raggiunte di epoca in epoca, il visitatore è condotto a comprendere la Cattedrale, chiesa del Dio vivo, in cui sono la cattedra, dalla quale Cristo parla per la voce dei suoi pastori, e l’altare, da cui partono i presbiteri ordinati dal Vescovo che lo rendono presente nelle singole comunità parrocchiali.
La Cattedrale è così segno e centro della vita dell’intera comunità diocesana, sede del Vescovo, del Capitolo e della comunità parrocchiale; nella sua liturgia e nella sua pastorale organica e fondamentalmente unitaria, esprime la natura della Chiesa e l’ampio significato della sua missione.
L’immagine che più di ogni altra è iscritta nelle sue mura è quella della città celeste, dedicata a Santa Maria Assunta; la Cattedrale, segno della comunione ecclesiale della chiesa locale, richiama tutti i visitatori, credenti e non credenti, a considerare la condizione esistenziale dell’uomo, pellegrino che sa di non avere una dimora stabile in questo mondo e deve andare in cerca di una dimora futura.

Mons. Ruggero Zucchelli
Rettore Parroco